HomeCircolari Locali15-02 Rete di Padova – febbraio 2015

15-02 Rete di Padova – febbraio 2015

Lettera circolare della Rete di solidarietà internazionale 

Radiè Resch di Padova – Febbraio 2015

A volte penso che il paradiso debba essere

un continuo infinito leggere.

Virginia Woolf, 1934

Carissime/i il suggerimento alla lettura da parte di Virginia Woolf ci invita all’incontro-presentazione del libro che racconta la vita di Daduoe:

VENERDÌ 6 MARZO alle ore 20,45 presso la Biblioteca ‘Concetto Marchesi’ a Battaglia Terme, Piazza della Libertà, Marianita De Ambrogio presenterà il suo libro ‘Dadoue Printemps, In cammino verso il cambiamento’. La serata, a ridosso della ‘Giornata della donna’, è organizzata dall’Assessora alla Cultura di Battaglia ed è inserita nella rassegna ‘Incontri con l’autore’.

Come arrivare: La biblioteca ‘Concetto Marchesi’ si trova all’entrata di Battaglia (venendo da Padova), si gira a destra e si segue la strada che porta verso il centro nuovo del paese. La piazza si trova sulla destra e la biblioteca è visibile lungo la strada: è una costruzione moderna di colore bianco su un angolo della piazza.

Dopo questo importante invito, la ns lettera continua con le notizie da Haiti, un pensiero del Vescovo Romero per ricordare la sua prossima beatificazione (dopo 35 anni dalla sua uccisione!) e come sempre la circolare nazionale che riassume il viaggio in Argentina e Cile dove sono state consegnate le firme raccolte per la causa dei Mapuche a difesa delle loro terre.

Ricordiamo monsignor Oscar Romero

Papa Francesco ha firmato il decreto che riconosce il martirio del vescovo Oscar Romero. Un passo verso la beatificazione del vescovo che già i nostri testimoni nei Convegni della Rete invocavano come Santo assieme ai santi campesini.

“È una novità, nel nostro popolo, che i poveri vedano oggi nella Chiesa una fonte di speranza e un sostegno dato alla loro nobile lotta di liberazione. La speranza che la Chiesa sostiene non è ingenua né passiva. La speranza che predichiamo ai poveri è perché sia loro restituita la dignità, è per dare loro il coraggio di essere, essi stessi, gli autori del loro destino. In una parola, la Chiesa non solo si è voltata verso il povero, ma fa di lui il destinatario privilegiato della propria missione. La Chiesa non solo si è incarnata nel mondo dei poveri, dando loro una speranza, ma si è impegnata fermamente nella loro difesa… Esistono tra noi quanti vendono il giusto per denaro e il povero per un paio di sandali (cfr. Am 2,6); quanti accumulano violenza e rapina nei loro palazzi (Am 3,10); quanti schiacciano i poveri (Am 4,1); quanti affrettano il sopravvento della violenza, sdraiati su letti di avorio (Am 6,3-4); quanti aggiungono casa a casa e annettono campo a campo, fino a occupare tutto lo spazio e restare da soli nel paese (Is 5,8). Questi testi dei profeti Amos e Isaia non sono voci lontane di molti secoli fa, non sono solo testi che leggiamo con riverenza nella liturgia. Sono realtà quotidiane, la cui crudeltà e intensità sperimentiamo ogni giorno”. (Mons. Oscar Romero, discorso in occasione del conferimento della Laurea Honoris Causa, conferitagli dall’Università di Lovanio il 2 febbraio 1980).

FOLLOW US ON:
Coord. Varazze 21-22
15-03 Rete di Padova
Rate This Article:
NO COMMENTS

LEAVE A COMMENT