HomeCircolari LocaliRete di Padova Giugno-Luglio 2018

Rete di Padova Giugno-Luglio 2018

“Non c’è un’intera vita cosa più importante da fare,
che chinarsi perché un altro,
cingendoti al collo, possa rialzarsi.”
(Luigi Pintor)

Carissime/i, di anno in anno ci invitiamo all’eucarestia per ricordare il martirio di padre Ezechiele Lele Ramin; non abbiamo ancora orari ma la messa si svolgerà nella chiesa di San Giuseppe. Chi ha intenzione di partecipare può chiamare per maggiori informazioni i Comboniani 049 8751506 oppure Fabiano 049 623131. In questi giorni, a un anno dalla morte di Masina, è mancata anche Serena Romagnoli della Rete di Roma. Instancabile collaboratrice del Notiziario e, molto impegnata con le lotte dei Sem Terra brasiliani. La circolare nazionale, scritta dalla Rete di Pisa-Viareggio, ci ricorda l’attuale e pericoloso momento politico. Nel “diario” del viaggio in Haiti, avrete trovato la richiesta di aiuto per la costruzione di una nuova aula per la scuola dell’infanzia. Jean e Martine, con la lettera che leggerete più avanti, danno risposta del loro impegno per iniziare i lavori con le loro possibilità attuali. Con la poesia che segue, vogliamo ricordare le tante persone della Rete che, in questi ultimi tempi ci hanno lasciato.

Se ne vanno, così
Se ne vanno,
di solito i migliori,
se ne vanno così,
semplicemente,
quasi con impazienza,
e noi, un po’ smarriti, un po’ traditi,
frughiamo nelle loro vite
per trovare, chissà,
un frammento
del segreto che gli ha resi tali.
Se ne vanno,
e dopo poco, nonostante,
a noi pare,
abituati all’assenza,
sentiamo una insolita tenerezza
lambita da un pizzico di tristezza
o forse è solo nostalgia.
Immensa.
(Elisa Kidanè)

Da Haiti
Salve Tita, stavamo per rispondere alla tua email, ma la tragica notizia della morte di Serena ci ha fatto tardare nel rispondere. Ti ringraziamo per le tue spiegazioni e proposte e siamo completamente d’accordo con le osservazioni. Per il preventivo, è semplicemente un calcolo globale, possiamo cominciare con quel che abbiamo. Se ci vorrà più tempo, saremo pazienti. Dunque, cominceremo con la costruzione dell’aula della sezione di scuola per l’infanzia ”Gianna Bambini ”. E cominciamo con quel che è più importante, la partecipazione della comunità, infatti il coinvolgimento delle persone conta molto. E le persone si devono sentire coinvolte. Dunque, bisogna anche parlare e sensibilizzare le persone, per esempio i genitori, che sono i beneficiari della scuola, costituiscono una fonte principale di risorse umane.
Così, Tita, cercheremo di fare quel che è necessario affinché con poco riusciamo a fare qualcosa. Ancora una volta Tita, grazie per tutto e coraggio in questo momento tanto difficile…
Jean et Martine, che vi abbracciano.. Ciao, ciao, ciao..

FOLLOW US ON:
Circolare nazionale
Circolare nazionale
Rate This Article:
NO COMMENTS

LEAVE A COMMENT