HomeCircolari LocaliRete di Padova Maggio 2019

Rete di Padova Maggio 2019

Un fiore selvaggio riesce sempre a sopravvivere,
perché ai fiori selvaggi non importa dove crescono.
DOLLY PARTON

Un saluto a tutti e, buon mese di maggio…votazione europee permettendo. Si diceva “marzo pazzerello, guarda il sole e prendi l’ombrello”, adesso, questo proverbio vale per tutta la primavera. Ci siamo incontrati domenica 28/4 a casa di Nicoletta e Riccardo (azienda agricola Dofinè) per ricordare Dadoue. Il brutto tempo non ci ha impedito di passare una giornata di ricordi e di amicizia. Ricordare Dadoue significa parlare anche del nostro impegno verso i nostri amici in Haiti. I progetti continuano e, le tante corrispondenze ci aiutano reciprocamente. Le notizie haitiane che seguono sono il segno di questa amicizia. Il 24 aprile di 9 anni fa a Cité Soleil, periferia di Port-au-Prince, veniva assassinata Dadoue Printemps, fondatrice e animatrice della FDDPA (Forza per la difesa dei diritti dei contadini haitiani) e delle scuole per i figli dei contadini che vivono sulla montagna ad Haiti. La sua morte aveva gettato nello sconforto quante e quanti in lei avevano trovato una guida, una maestra, una sorella. Sono passati anni e – con grande umiltà e consapevolezza delle difficoltà da affrontare – Jean, Martine si sono assunti il compito di proseguire il lavoro di Dadoue.
Ecco cosa ci scrivono:

Buon giorno Tita, oggi i membri della FDDPA celebrano una giornata speciale dedicata a Dadoue, in particolare nelle scuole dell’associazione coscentizzando i giovani sul lavoro e il sogno di Dadoue. E’ una giornata in cui gli insegnanti si incaricheranno di fare questo lavoro di riconoscimento. E sabato 27 ci sarà a Dofiné un grande raduno a cui parteciperanno i membri di tutte le località per riflettere insieme. Io parto venerdì per Dofiné. Ti informeremo di tutto quanto accadrà. Abbracci, ciao ciao, saluta tutti. Jean
24 Aprile 2010 – 24 Aprile 2019. Sono passati 9 anni da quando proviamo a continuare a lottare, proviamo a realizzare l’ultimo sogno della nostra cara Dadoue. Grazie a voi Tita, alla RETE, e a tutti le/i amici che amavano e accompagnavano Dadoue, non riusciamo a sopravvivere. E noi, i/le contadini non cesseremo mai di dirvi «Chapeau!!! ». C’è un proverbio che dice che è nell’avversità che si riconoscono i/le veri amici. Chapeau a voi!!! Noi sicuramente avanziamo. E tutto ciò ci incoraggia. Martine

… da Willot
Salve Tita, come stai tu e tutti i membri della tua famiglia? Molte grazie per questa canzone di Victor Jara, in occasione dell’anniversario del decesso della nostra cara Dadoue. Questa canzone ci fa pensare anche alla madre di Benedetta e alla nostra amata Gianna. Tutte queste persone ci hanno lasciato fisicamente ma noi sappiamo che loro sono sempre tra noi. Ad Haiti, la crisi continua con un governo di incompetenti e corrotti sostenuto apertamente dagli Stati Uniti. Per quanto riguarda la FDDPA, tutto procede bene. Entro la fine di questa settimana, ti invierò le foto della costruzione della piccola scuola dei bambini di Gianna a Fondol. Invio i miei calorosi saluti a te, François, Brunia, Benoit e la sua famiglia. Cordialmente, Willot

Salve Tita, ho appena verificato in banca stamattina. Il denaro è arrivato e siamo ancora una volta molto contenti di poter beneficiare di questa solidarietà del gruppo di Chiarano…. Noi scriveremo loro inviando la ricevuta e per esprimere la nostra gratitudine. Grazie a te e al gruppo di Padova che lavora senza sosta per la causa degli oppressi. Grazie ancora.

Ti informo che abbiamo ricevuto in due occasioni la visita di due persone che fanno parte della Caritas Svizzera raccomandate da Anna. Volevano conoscere il nostro modello per poter lavorare con i contadini del sud, la zona dove operano. Sembravano molto soddisfatti di questa visita di conoscenza. Hanno manifestato l’intenzione di collaborare con noi. Uno di loro è italiano, l’altro cileno. Ancora grazie Tita per il tempo di cui ti priviamo. Ciao, ciao… Abrazo fuerte…

FOLLOW US ON:
Circolare nazionale
Venezuela: tentativo
Rate This Article:
NO COMMENTS

LEAVE A COMMENT