HomeCircolari LocaliRete di Padova Maggio 2020

Rete di Padova Maggio 2020

“Se prevedi per un anno, semina il riso, se prevedi per dieci anni, pianta un albero, se prevedi per cento anni, apri una scuola”.
proverbio cinese.

Carissime e carissimi, in questo preoccupante periodo, dove diventa tutto difficile, anche il ritrovarsi fisicamente, e per non interrompere le nostre amichevoli comunicazioni mensili, ci possono aiutare queste brevi comunicazioni con Haiti e la bella lettera di papa Francesco indirizzata ai movimenti popolari.

Ciao a tutte e tutti, il 24 aprile ricorre il decimo anniversario dell’assassinio di Dadoue. Purtroppo le disposizioni per contenere il contagio del covid19 ci impediscono di trovarci come facevamo ogni anno per ricordare questa donna che tanto ci ha donato con la sua vita e riflettere su come continuare il cammino che abbiamo iniziato con lei. Dadoue aveva un sogno, che le contadine e i contadini che vivono sulla montagna non soffrissero più per la fame, le malattie, l’emarginazione; ha continuato a sognare, a immaginare un futuro diverso, a vivere per attuarlo quando c’era la dittatura, quando i sogni del cambiamento politico naufragavano nella corruzione e nella sete di potere, quando i caschi blu, invece di stabilizzare il paese, si comportavano da occupanti, quando uragani e terremoti squassavano il paese, quando la violenza dei potenti uccideva i contadini, rubava loro la terra, li imprigionava e
torturava se cercavano di ribellarsi. Questa è l’eredità che ha lasciato: continuare a sognare, a immaginare il futuro, a vivere il cambiamento, a farlo insieme, nonostante tutto, nonostante le crisi, nonostante i politici sempre più lontani dalla realtà, spesso corrotti e interessati solo al loro potere, nonostante aumentino l’impoverimento e la disuguaglianza sociale. Organizzarsi, fare rete, agire insieme, costruire alternative che permettano di intravvedere possibili cambiamenti è faticoso, ma è l’unica via per continuare a sognare. Questo oggi più che mai, quando questa pandemia ci ha costretto ad aprire gli occhi sulla nostra fragilità, la nostra vulnerabilità e sulla fragilità e la vulnerabilità del nostro pianeta sempre più minacciato dalla devastazione che l’umanità continua a portare avanti senza preoccuparsi del futuro dei suoi figli.

FOLLOW US ON:
Rete di Quarrata Mag
Rete di Macerata mag
Rate This Article:
NO COMMENTS

LEAVE A COMMENT